Ritorno all’attività agonistica

Ritorno all’attività agonistica

Ritorno all’attività agonistica del calciatore dopo la riabilitazione di ricostruzione del legamento crociato anteriore

La riabilitazione del ginocchio operato è essenziale per ottenere un buon risultato; viene effettuata secondo protocolli ben precisi a seconda della tecnica operatorio utilizzata, dal tipo di trapianto e dalla sua fissazione. Possiamo affermare che la preparazione atletica del calciatore operato di ricostruzione del legamento crociato anteriore può cominciare solo se si possono ritenere riacquisiti determinati fattori:
o Completa articolarità del ginocchio
o Completa assenza di manifestazioni dolorose e di gonfiore, anche in seguito ad eventuali esercitazioni o stress muscolari
o Discreto tono-trofismo dei muscoli estensori e flessori della gamba, dei mobilizza tori del femore, dei fissatori dell’anca e della caviglia.
Ciò ottenuto il calciatore esce dalla fase riabilitativa ed entra in un concetto di preallenamento atto come ultima fase alla reintegrazione nel gruppo squadra.

1 – Esercitazioni di preatletismo generale (primo periodo)
2 – Esercitazioni di preatletismo specifici (secondo periodo)
3 – Esercitazioni di tecnica vera e propria

PRIMO PERIODO (6 SETTIMANE)
· Elasticità del sistema muscolo tendineo
· Completa articolarità di ginocchio, anca e caviglia
· Ottimo livello organico e neuromuscolare (capacità e potenza aerobica, forza dinamica)
· Simmetria dei due arti in termini di spinta e coordinazione
Le esercitazioni in questo periodo di preallenamento saranno a prevalente carattere unidirezionale e utilizzeranno molto la palla.
Le esercitazioni nel secondo periodo di preallenamento sono atte a portare l’atleta ad una condizione fisico-atletica del tutto simile a quella del resto del gruppo, per poi poter passare all’ultima fase dove si riacquisisce la completa padronanza del gesto atletico specifico.

SECONDO PERIODO (6 SETTIMANE)
· Ritorno all’attività agonistica
· Rieducazione del complesso muscolo-tendineo e legamentoso del ginocchio alla funzione di torsione con spinta
· Ulteriore incremento del livello organico e muscolare (potenza aerobica, capacità lattacida, capacità di accelerazione)
· Superamento di eventuali ansie e preoccupazioni
· Riacquisizione del gesto tecnici specifico
Le esercitazioni di questo periodo di allenamento hanno la caratteristica di fondere in un unico movimento il gesto tecnico con quello atletico, con graduale e costante incremento dell’impegno e delle difficoltà.
Da una oramai ben nota e condivisa credenza, i maggiori professionisti nel campo atletico e sportivo, tendono ad inserire nei vari programmi di rieducazione e riallenamento l’utilizzo dell’atrezzo specifico anche in fase precoce. Questo per due motivi principali:
· Il primo, in qualche modo di carattere affettivo, risiede nel fatto che per il giocatore la palla, dopo un certo periodo di lontananza da essa, rappresenta un vero e proprio oggetto del desiderio. Tanta è quindi la voglia di tornare a palleggiare, calciare ecc. .
· Il secondo motivo, strettamente legato al primo, è che l’utilizzo del pallone può permettere, con notevole risparmio di tempo, l’incremento delle capacità prestative specifiche per il calciatore.
Inseriamo di seguito quello che potrebbe essere un esempio di progettazione del lavoro nel primo periodo precedente al ritorno all’attività agonistica. Nella prima e seconda settimana sono presenti solo tre sedute settimanali in quanto il passaggio dall’attività fisioterapica a quella di ricondizionamento deve essere graduale. La terza settimana invece prevede già quattro sedute settimanali.

Per Circ. e Forza Sovr. Intendiamo un circuit training avente per obiettivo il potenziamento muscolare del busto e degli arti superiori a cui fanno seguito gli esercizi di forza con sovracarico per gli arti inferiori. Vanno effetuati entrambi in palestra prima di entrare in campo.
Le esercitazioni miste, ovvero quelle forse più specifiche per il calciatore in quanto miranti congiuntamente all’incremento delle qualità fisiche e tecniche, vengono svolte a seguire, insieme a quelle prettamente tecniche

GIORNO1° PERIODO – PRIMA E SECONDA SETTIMANA
LUNEDÌCirc. e Forza Sovr. – Es. Miste – Tecn. – Cap. Aer.
MARTEDÌCirc. e Forza Sovr. – Es. Miste – Tecn. – Cap. Aer.
MERCOLEDÌForza Sp. – Tecn. – Pot. Aer.